Alessandro Perrotta
My video

BIOGRAFIA

Alessandro Perrotta è nato a Roma il 9 agosto 1973. Cresciuto tra Via Alessandria, Via Nomentana e Corso Trieste, ha frequentato il liceo classico con poco o nessun successo. Liberatosi della scuola, ha cominciato a scrivere e a portare avanti una formazione personale che dura tuttora. Negli anni '90 ha fatto parte di un gruppo di giovani poeti e ha realizzato varie autopubblicazioni fino ad arrivare all'esordio vero e proprio nel 2005 con la raccolta di poesie DI NUVOLE E SASSI, ediz. La Camera Verde.

Del 2010 è L'OCCASIONE DI VIVERE, una raccolta di pensieri, anch'essa con La Camera Verde. Nel 2013 ha pubblicato IL FUGGEVOLE ISTANTE POETICO (21 poesie, Ed. Onyx), silloge che è parte integrante della più ampia raccolta POESIE PER UN GIORNO NUOVO (2005-2015), Ed. Arduino Sacco. Nel 2020 è uscito QUADERNO DI 999 PENSIERI (Ed. Corneli 403) e nel 2021 A LUME ACCESO - Nuove poesie (Ed. Progetto Cultura).

Realizza reading poetici dal 1995, in locali, librerie, teatri, piazze della sua città. Si occupa anche di cinema con la realizzazione di cortometraggi interamente autoprodotti e ha lavorato per 15 anni come proiezionista presso il Cinema Intrastevere di Roma. Vive nel quartiere Quadraro con la compagna e due figlie gemelle nate nel 2017. Lavora ovunque trovi uno spazio di libertà.

POETICA

Scrivo da circa trent'anni e fin dalla prima poesia (INIZIAZIONE, 1993) sentii vagamente che nella direzione poetica sarebbe andato il mio destino. E così è stato, tanto più che le molte difficoltà vissute (compresa la malattia mentale) sono state superate grazie alla consapevolezza, al desiderio, di essere poeta.

Nell'epoca in cui tutti, ma proprio tutti, scrivono (e immersi nell'analfabetismo funzionale), sarei un ingenuo, uno sciocco, se non sapessi che la poesia è completamente respinta dalla società, a meno che non si pieghi, come tutte le cose, a diventare una merce. Non ho mai accettato questo diktat, per mio carattere personale, forse per tigna, e ho reagito con la volontà e la responsabilità necessarie per un fare autentico, vero.

Non hanno senso per me concetti come "poesia sperimentale" o "di ricerca", né tanto meno "in forma chiusa". La poesia è poesia e basta, espressa nel libero gioco di intelletto e immaginazione, produce pensiero ed emozione, sviluppa la coscienza, dà senso, a maggior ragione al tempo del dominio delle immagini e della tecnica, comprendendo l'eternità dello scrivere in versi. L'essenzialità della lingua si raggiunge dando costantemente forma al caos. Lo studio dei predecessori soltanto può consentire di arrivare all'originalità; nelle esperienze del mondo è necessario affinare la sensibilità e potenziare la libertà interiore, tenendo sempre ben a mente la dimensione dell'umano. La poesia è uno strumento che dovrebbe essere nelle mani di tutti, ma è un'arma che viene spuntata prima dalla scuola e poi dalla vita con tutti i suoi "impegni".

Per questo ritengo che un poeta, oggi, debba conoscere a fondo la sua condizione, far cadere le illusioni, senza rovinare nella ricerca del "successo", nell'ansia di corrompersi. Solo così porterà avanti un percorso unico, irripetibile, veramente soddisfacente, realizzando silenziosamente un'opera (e una vita) che si avvicini a lui e ai suoi "complici".

Io ho scelto di intonare, come direbbe Whitman, non in senso egoistico ma universale, il "canto di me stesso".

 

Roma, 15 maggio 2021                                                            Alessandro Perrotta

TESTI

PUBBLICAZIONI

Tutte le pubblicazioni sono disponibili scrivendo agli indirizzi alumeacceso@gmail.com e dinuvoleesassi@libero.it.

CORTOMETRAGGI


 IL POETA SALTELLANTE, 2020

 


 CRASH, 2019

 


 DIALOGO DI CAPODANNO, 2018

 


 BUSCANDOTE, 2017

 


Tutti gli altri cortometraggi di Alessandro sono visibili direttamente sul canale YouTube Alessandro Perrotta Autore

© 2021 Alessandro Perrotta
Designed by Barbara Narciso
Powered by Marco Trimarchi